Pages

Lezioni di stile: Keira Kneightley

C'è chi si sposa con uno stuolo di 700 siliconatissimi invitati, chiede a tutti di presentarsi con qualcosa d'oro, arriva protetta da ombrelli e bodyguard e accompagnata da improbabili testimoni, tra sorrisi tirati e pose forzate. Non facciamo nomi, se ne è parlato fin troppo.

E chi, lo stesso giorno, si rifugia in un piccolo paesino della Provenza, chiama attorno a sé le persone più care, recupera dall'armadio quell'abitino col corpetto stretto e la gonna di tulle color cipria che le piace tanto, indossa le ballerine ai piedi e una coroncina di fiori in testa e festeggia la sua storia d'amore insieme a undici strettissimi amici.
Indovinate chi ha tutta la mia più convinta approvazione?





Valentina Ciprian

3 commenti:

  1. quella giacchetta di chanel poi, che stile.

    uffa non solo ha impersonato elizabeth bennet, non solo indossava quei vestiti fantastici di anna karenina.. ma fa anche un matrimonio critiche-repellente. (e il vestito verde di espiazione?!)

    l'unica cosa che forse le manca è la lavanda provenzale in fiore ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'ho pensato anch'io, all'assenza della lavanda. Poi ho visto quel bouquet di fresie [sempre se ho intravisto bene] e ho detto ok, hai vinto lo stesso. Magari la lavanda era nella tenuta di famiglia (!), dove hanno fatto il ricevimento. Campi viola di lavanda, per forza. ♥ ;)

      Il vestito verde di espiazione è diventato subito un punto di riferimento.

      Elimina
  2. Quel tulle che fa molto Carrie Bradshaw, la balleria (over the top), ma soprattutto il capello "così-come-mi-sveglio" che basta shatush, non se ne può più: l'adoro!
    E poi saltella. E anch'io vorrei correre e saltellare il giorno del mio matrimonio! <3

    RispondiElimina


Grazie per essere passato a trovarmi! ;)

Instagram